Psicomotricità Euritmica


Euritmia dentale 

I denti da latte, dal chiaro carattere ereditario, fanno posto ai permanenti, che manifestano forze individuali, oltre a caratteri specifici nella loro disposizione tridimensionale dell’arcata dentale: essi sono infatti intimamente legati alle sfere del Pensare, del Sentire e del Volere. L’Euritmia terapeutica si inserisce in quest’ambito come strumento efficace per stimolare nel bambino le Forze Vitali deputate a conformare una corretta disposizione dei denti permanenti all’interno dell’arcata dentale. Il presupposto è qui sempre il nesso tra l’allocazione del dente ed il significato del “gesto” che il dente compie, e questi è “rieducabile” traducendolo in movimenti di risposta in diverse parti del corpo: l’euritmia danza in tutto il corpo la melodia cantata dalla bocca. Nella paziente e profonda rieducazione attraverso gesti e movimenti, che vanno a collegare il fisico agli stati animici del Pensare, del Sentire e del Volere, l’Euritmia Terapeutica è in grado di accompagnare il bambino in tutto il suo sviluppo fisico

I tre piani – il Pensare: come piano monodimensionale legato alle metà destra e sinistra, il Sentire (sentimenti): come piano bidimensionale legato al sopra e al sotto, e il Volere: come piano tridimensionale legato al davanti e al dietro – comprendente anche la sfera temporale del prima e del dopo, del futuro e del passato – si possono infatti ritrovare all’interno della bocca, anche solo in generale. La mandibola superiore fissa rappresenta infatti il polo superiore dell’uomo, il “pensatore”, mentre quella inferiore mobile è immagine dell’uomo “del volere”, e infine lo spazio libero tra le due, ove ha luogo l’arena dei giochi (nel movimento della lingua) diviene specchio del Sentire. L’euritmia terapeutica per i denti esercita una profonda azione sulla costituzione dell’uomo e muta in modo definitivo la postura corporea, la respirazione e la circolazione del sangue.fino alla correzione fisica della dentatura scorretta.In questo modo si pongono le basi, in modo che l’uomo possa cogliersi più coscientemente come personalità e plasmare autonomamente la propria vita.

 
Euritmia Terapeutica

L’Euritmia terapeutica è una terapia di movimento sviluppata nel 1921 da Rudolf Steiner nell’ambito della medicina antroposofica.

La peculiarità dell’Euritmia consiste nel trasferire nel movimento gli elementi del linguaggio: vocali e consonanti. Gli organi di fonazione e principalmente la laringe, nell’articolare una sonorità vocalica o consonantica, creano, con l’ausilio del flusso espiratorio, forme specifiche. L’Euritmia trasforma in gesto visibile, in movimento visibile, tali forme.

I gesti euritmico-terapeutici, sul fondamento della fisiologia del linguaggio, stimolano forze che stanno alla base della formazione e delle funzioni dell’organismo umano. Essi vengono impiegati in modo mirato e adattati alle necessità del paziente il quale esercita a casa la successione degli esercizi affidatagli dall’euritmista terapeuta.

Di norma l’Euritmia terapeutica viene prescritta dalla nostra ortodonzista medico antroposofo che, secondo diagnosi, fornisce al terapeuta le indicazioni utili per strutturare la terapia che sarà pertanto individuale e puo’ essere praticata senza limiti di età.

L’Euritmia terapeutica può essere prescritta a pazienti con patologie neurologiche, respiratorie e cardio-circolatorie, metaboliche acute e croniche, nell’ambito dei disturbi dello sviluppo e dell’apprendimento e in alcuni casi di malattie psichiche; è inoltre indicata nella riabilitazione, in convalescenza e nella prevenzione.

Vogliamo richiamare alcune malattie per le quali il medico può invitare il paziente ad intraprendere un percorso di Euritmia terapeutica : in ambito odontoiatrico e oculistico, allergie, dermatiti, psoriasi, asma, diabete mellito, costipazione, colite, morbo di Crohn, enuresi e patologie renali, fibromialgie, paralisi, sclerosi multipla, Parkinson, morbo di Basedow, epilessia, bulimia, anoressia, depressione, sindrome ipercinetica, disturbi motore, patologie tumorali.